Il web in sicurezza

Read Time:2 Minute, 12 Second

Vivi internet al meglio: un valido strumento per educatori

“Vivi internet, al meglio” è  un progetto realizzato nel 2018 da Google con Altroconsumo e Fondazione Mondo Digitale. “Il Web è un luogo straordinario dove accedere a informazioni..” si legge testualmente sulla pagina dedicata di Google e l’intento è quello di aiutare bambini, ragazzi, genitori e insegnanti a vivere il Web in maniera responsabile.

 Particolare attenzione è stata data all’attuale tema del cyberbullismo.

A chi si rivolge?

Il progetto “Vivi internet al meglio” si rivolge a:

  • bambini: con il videogioco Interland, aiutandoli ad “apprendere i concetti di sicurezza e cittadinanza digitale in modo semplice, divertente e interattivo”;
  • ragazzi: grazie ad alcuni Creator di YouTube “impareranno a prendere decisioni responsabili e a riflettere sulle possibili conseguenze delle proprie azioni in rete”;
  • famiglie: alcuni consigli mirati e un quiz aiuteranno a “capire se possiedono le conoscenze necessarie ad affrontare questo tema con i propri figli”;
  • docenti: un corso gratuito sull’educazione civica li aiuterà ad acquisire nuove competenze che trasmetteranno agli studenti con attività da poter svolgere in aula

 I punti fondamentali

Secondo questo interessante progetto il codice per vivere internet al meglio è composto da cinque principi base scaricabili gratuitamente in formato PDF:

  1. Utilizza la tecnologia con buon senso: comunicare in modo responsabile e utilizzare in maniera equilibrata la tecnologia. “Quello che fai online ha lo stesso peso di quello che fai offline” e ciò che si pubblica online lascerà sempre una traccia.
  2. Impara a distinguere il vero dal falso: far comprendere a bambini e ragazzi che persone e/o situazioni online non sempre sono ciò che sembrano
  3. Custodisci le tue informazioni personali: salvaguardare informazioni personali evita il rischio di danneggiare reputazioni o rapporti personali. Un metodo utile è quello di creare password efficaci
  4. Diffondi la gentilezza: il web è un mezzo per poter inviare messaggi sia positivi sia negativi. Rispondere all’odio in rete con atteggiamento aperto e costruttivo può essere una regola per dare il buon esempio.
  5. Nel dubbio, parlane: ragazzi che trovano qualcosa online che possa suscitare loro qualche dubbio devono sapere di poter affrontare l’argomento con adulti aperti al dialogo

I dati attuali ci dicono che su circa 8 miliardi persone nel mondo, 4,6 mld navigano in rete e circa 4 usa con regolarità i social.

Google per dare uno strumento più adeguato a famiglie ed educatori, oltre che con Altroconsumo e  Fondazione Mondo Digitale, ha collaborato con Generazioni connesse, il Safer internet Centre italiano cofinanziato dalla Commissione Europea e coordinato dal Ministero dell’Istruzione.

Per approfondire l’argomento vai alla pagina dedicata:

https://beinternetawesome.withgoogle.com/it_it/

About Post Author

Gianluca Mastroleo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *